Nel 1995 la città di Ferrara è stata nominata dall’UNESCO Patrimonio mondiale dell’Umanità. Nel centro storico della città si possono ammirare il quartiere medievale, con le stradine che corrono parallele al vecchio letto del fiume Po, e il quartiere rinascimentale, progettato dall’architetto di corte Biagio Rossetti, opera mirabile per quale la città è stata considerata la “prima città moderna in Europa

PUNTO D’INCONTRO ED ORARIO Carico/scarico bus turistici, Largo Castello, Ferrara.

L’orario è deciso da cliente a seconda delle sue necessità, sarà nostra premura fornire le soluzioni migliori

QUANDO Tutto l’anno, disponibile su richiesta
DURATA mezza giornata – 3 ore circa
LINGUE DISPONIBILI Italiano, Tedesco, Francese, Inglese, Spagnolo, Russo
INCLUSO
Guida turistica abilitata
Radioguide professionali con auricolare mono uso
NON INCLUSO
Ingresso al Castello Estense visita solo in esterno

NOTE: Il percorso è totalmente a piedi, sono consigliati abbigliamento e scarpe comode. Itinerario sempre percorribile con sedia a rotelle o da persone a mobilità ridotta.

Chiediamo ai nostri gentili Clienti di indossare sempre la mascherina protettiva che copra naso e bocca e di mantenere una distanza di almeno un metro dalle altre persone.

Le radioguide fornite sono sempre sanificate con sostanze a base alcolica in concentrazione minima del 75% e gli auricolari mono uso.

L’itinerario, se dotati di mezzo di trasporto, prevede un introduttivo giro panoramico delle mura cittadine, perfettamente conservate, e del quartiere rinascimentale, la cosiddetta “Addizione Erculea”, con la magnifica Piazza Ariostea.

Proseguiremo verso Palazzo dei Diamanti, vero gioiello dell’architettura rinascimentale di Biagio Rossetti, la cui doppia facciata è decorata con un bugnato composto da migliaia di “diamanti” marmorei.

Percorreremo l’elegante Corso Ercole I d’Este, giungendo all’imponente Castello Estense (visita solo esterna).

Passando da Piazza Savonarola raggiungeremo poi il centro medievale con il suo Palazzo Ducale, oggi sede del municipio (vista solo esterna) e con al Cattedrale di San Giorgio, la cui facciata romantico-gotica introduce in una basilica dagli interni tardo rinascimentali e barocchi (interni non visitabili attualmente per ristrutturazione).

Dalla vecchia Piazza delle Erbe, odierna Piazza Trento Trieste, abbellita dall’imponente torre campanaria e dalle antiche botteghe e dei merciai, accederemo al Ghetto ebraico concludendo con la suggestiva medievale Via delle Volte.